L'idrogeno solforato è un naturale prodotto di scarto della tradizionale fermentazione con lievito che avviene sempre in una certa quantità ed è uno dei più comuni problemi da difetto sensoriale della vinificazione. Perfino sotto i livelli della soglia di rilevabilità, l'H2S ha un impatto negativo sulla qualità del vino mascherando il suo aroma pieno e la sua complessità.
Salvo se prontamente estratto dal vino, l'idrogeno solforato reagisce altre sostanze del vino e sviluppa degli odori e aromi anormali che possono essere difficili e costosi da eliminare. Gli interventi correttivi per l'idrogeno solforato costano al produttore di vino tempo e denaro.